Disinfestazione del territorio comunale

Disinfestazione del territorio comunale

11707530_470780763083537_2353196986948390834_n

Si informa la popolazione che lunedì 6 e mercoledì 8 luglio dalle ore 22:30 l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro effettuerà la disinfestazione del territorio comunale.

Si raccomanda di:

  • chiudere porte e finestre

  • non lasciare indumenti stesi

  • non intralciare le operazioni di lavoro.

I prodotti usati per il suddetto intervento sono regolarmente registrati dal Ministero della Sanità e non sono tossici

Sellia Marina (CZ), lodevole iniziativa da parte dei ragazzi del Servizio Civile

Sellia Marina (CZ), lodevole iniziativa da parte dei ragazzi del Servizio Civile

Sellia Marina (CZ), lodevole iniziativa da parte dei ragazzi del Servizio Civile [FOTO]
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
02/07/2015, 14:25, articolo di Giovanni Cristiano

SELLIA MARINA (CZ), 2 LUGLIO 2015 – Si sa, gli incivili non smetteranno mai di stupirci, ma per fortuna ci sono anche molti ragazzi che della civiltà ne fanno la loro più grande forza. È il caso dei ragazzi del Servizio Civile del Comune di Sellia Marina. Armati di sacco e guanti, hanno ripulito dall’immondizia la vasta zona di pineta nel quartiere marino.

D’accordo con il loro responsabile, l’arch. Truglia, e con il Sindaco e l’Assessore all’Ambiente, i ragazzi del Servizio Civile lo scorso 30 giugno si sono recati in zona mare, a Sellia Marina, per ripulire lo scempio “realizzato” da anonimi incivili. Iniziativa lodevole, si diceva, soprattutto perché si tratta di un azione di volontariato. Dalle foto si può dare un’occhiata al lavoro operato da questi ragazzi, i quali hanno ridato nuova vita alla pineta del paese.

Una risposta forte a chi, nei mesi scorsi, aveva criticato sui social network il Servizio Civile etichettandolo come “ineducato”. Un’iniziativa che non rimarrà fine a se stessa: il 21 luglio, infatti, verrà riproposta una giornata simile a quella del 30 giugno. I ragazzi del Servizio Civile si aspettano una grande adesione da parte della comunità. E si attende con curiosità, l’arrivo del 21 luglio.

Giovanni Cristiano

Fonte InfoOGGI

Lombricoltura

 

Lombricoltura

slideshow0compostaggio

«I lombrichi sono un aratro naturale. Dubito ci siano molti altri animali che abbiano giocato un ruolo così importante nella storia del pianeta come i lombrichi. Rimescolando quei pochi centimetri di terriccio che ricoprono il pianeta, lo fertilizzano trasformandolo in humus». Charles Darwin, 1881

«Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma», (A.L. de Lavoisier)

Trasformare gli scarti organici in un prodotto, l’humus, in grado di nutrire il terreno migliorandone la fertilità.

La lombricoltura è sistema “naturale” che utilizza l’appetito dei lombrichi per trasformare rifiuti organici in humus, adatto sia ad un utilizzo come ammendante dei terricci per vaso, sia come fertilizzante vero e proprio. I lombrichi ogni giorno producono tanto humus quanto è il loro peso: quindi se ha 100 gr di lombrichi vivi, ogni giorno la massa di humus prodotta potrebbe arrivare a 100gr, e così via. il tè di lombrichi o compost tea, è il liquido di scolo derivante dall’umidità presente nelle lettiere dei lombrichi, fatto circolare con una pompa per arearlo e mantenerlo nel suo stato ottimale. Senza areazione, il tè di lombrichi non è attivo e produce odore sgradevole; mantenuto areato, invece, ha un profumo quasi di bosco. Tutti i prodotti e sottoprodotti dei lombrichi sono vitali, ricchi di batteri, funghi, protozoi, alghe, ecc e quindi molto attivi. Questo tè dovrebbe essere usato entro 24 dalla sua produzione, spargendolo sul terreno.

I rifiuti organici da NON utilizzare sono i seguenti:
derivati da prodotti di origine animale (carni cotte e crude, ecc), gli agrumi, erba di sfalcio/rasature di prato, bucce e scarti degli agrumi, cipolle e aglio, e ananas, che contiene un enzima chiamato bromelina che uccide i lombrichi, potature e rami secchi.
Tutto il resto può essere tranquillamente dato ai lombrichi. La lombricoltura è un metodo pulito per trasformare i rifiuti organici in fertile terriccio. È una soluzione semplice ed efficace che se praticata su larga scala, aiuterebbe non poco a ridurre la quantità di rifiuti in discarica, considerato che il 40% dei rifiuti solidi urbani è di natura organica. In costante aumento in tutta Europa, anche in Italia comincia a prendere piede questo valido sistema. Allevare lombrichi oggi, significa aiutare l’ambiente con un’attività ecologica, inoltre, aspetto non trascurabile in tempo di crisi può dare un buon reddito. In agricoltura biodinamica il lombrico rappresenta un punto cardinale di estrema importanza. Infatti assieme all’ape e alla mucca ha titolo di rappresentante per l’attuazione della fertilità. Per inciso, il fondatore dell’agricoltura biodinamica, Rudolf Steiner, aveva già lanciato l’allarme sulla mucca pazza nel 1910 e sul pericolo d’estinzione dell’ape nel 1923, successivamente nel 1924 poneva l’accento sulla salvaguardia del lombrico. Perché proprio il lombrico? Che cos’ha di straordinario?Il lombrico oltre a scavare gallerie che drenano e arieggiano il terreno è capace di metabolizzare e trasformare la sostanza organica in humus, la base della vita del terreno. È un vero e proprio “intestino” strisciante con il compito di mantenere in circolo la vita. Prerogativa essenziale per ogni cosa che è viva, è che ci sia sempre movimento delle forze vitali e mai staticità. Il lombrico è innocuo, mite, solitario o in compagnia di altri simili, non crea mai danno, non disturba mai nessuno! È un lavoratore instancabile, silenzioso il cui compito è solo quello di creare vita! Cioè Humus, dove troviamo i giusti elementi nutritivi per la crescita delle piante. L’Humus di lombrico, negli Stati Uniti è chiamato “Black Magic”, cioè “Magia Nera”, per le sue eccezionali qualità. Tra le principali ricordiamo la capacità di rendere il terreno più soffice e leggero in modo che le radici delle piante possono svilupparsi più facilmente. Trattiene maggiormente l’umidità; l’irrigazione è pertanto minore come anche il dilavamento. Ha la capacità di trattenere più a lungo i concimi con conseguente meno inquinamento delle falde acquifere e dei fiumi. Infatti utilizzando più humus, si favorisce un maggior trattenimento dei concimi chimici nel terreno a vantaggio dell’ambiente. In questo modo si combatte anche la prolificazione delle alghe rosse in mare che trovano oggi una grande disponibilità di nutrienti dovuta al dilavamento dei concimi chimici. L’humus, a differenza degli altri concimi chimici e organici, è pronto per l’immediato nutrimento delle piante, in quanto ha già subito tutte le trasformazioni chimiche e microbiologiche. Recenti studi, inoltre, confermano che il lombrico riesce a migliorare la struttura del terreno e a disinquinare i terreni, mettendo le sostanze dannose incapsulate negli strati più profondi e rendendo il terreno agrario più pulito.

Aggiornamento Raccolta Differenziata 8-01-2015

aggiornamento raccolta differenziata 8-01-2015scarica il file da qui programma differenziata dicembre 2014

Nota Bene: a partire da oggi 08/01/2015 le variazioni riguardanti la Raccolta di CARTA e VETRO saranno così predisposte:

La raccolta del VETRO come elencato in tabella verrà effettuata il PRIMO e il TERZO MERCOLEDÌ del MESE mentre la CARTA il SECONDO e il QUARTO MERCOLEDÌ.

Settimana di donazione del sangue dei volontari di Servizio Civile Nazionale (12-12-2014)

Settimana di donazione del sangue dei volontari di Servizio Civile Nazionale (12-12-2014)

Locandina-Settimana-Donazione-Sangue-2014

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale in collaborazione con il Coordinamento interassociativo AVIS, CRI, FIDAS, FRATRES (CIVIS) e il Centro Nazionale Sangue, promuove la “Settimana di donazione del sangue dei volontari in SCN” che si svolgerà, su tutto il territorio nazionale, dal 15 al 21 dicembre 2014.

L’evento verrà presentato nel corso di una conferenza stampa del Sottosegretario con delega al SCN, on. Luigi Bobba, che si terrà a Palazzo Chigi il 16 dicembre p.v., alle ore 11.00.

Alla conferenza parteciperanno il sottosegretario Luigi Bobba, il capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale,Calogero Mauceri, i presidenti nazionali delle associazioni e delle federazioni dei donatori di sangue (CIVIS), il direttore del Centro Nazionale Sangue.

All’evento è stato dedicato un manifesto che sarà affisso nelle sedi degli Enti il cui slogan “Colora la vita, Dona il sangue” vuole sottolineare sia l’aspetto della donazione che connota la scelta volontaria del servizio civile nazionale, sia la necessità di sangue del nostro Paese che non dispone di quantità adeguate al fabbisogno.

La maggior parte di noi può donare il sangue e la maggior parte di noi, almeno una volta nella vita, potrebbe averne bisogno.

Ai volontari di servizio civile nazionale che aderiscono all’iniziativa è concesso, nel rispetto della normativa vigente, di assentarsi dal servizio per l’intera giornata e per ogni donazione.

Ma il popolo dei donatori sarà di gran lunga superiore. Saranno chiamati a raccolta anche tutti gli ex volontari SCN, per un totale di oltre 300.000 giovani.

Sarà l’occasione per dimostrare che “Il servizio civile nazionale cambia la vita, tua e degli altri” non è solo uno slogan ma una scelta d’impegno civico che si rinnova quotidianamente.

I siti web delle associazioni AVIS, CRI, FIDAS, FRATRES mostrano la mappa nazionale delle unità di raccolta del sangue.

I fotografi e gli operatori interessati a seguire l’evento dovranno collegarsi al portale AMEI (Accreditamento Media Eventi Istituzionali) tramite il seguente indirizzo: https://amei.palazzochigi.it e accreditarsi seguendo le istruzioni riportate, entro le ore 9.00 del giorno 13 novembre 2014.

Per ulteriori informazioni sugli accrediti è possibile contattare la sala stampa di Palazzo Chigi allo 06.6779.3566

Data ultimo aggiornamento: 12/12/2014